EIC Transition: Access2EIC intervista un proponente italiano - Horizon Europe

Modalità risparmio energetico

Questa schermata riduce il consumo di energia del monitor quando non sei attivo sul nostro sito.
Per riprendere la navigazione è sufficiente muovere il mouse.

Il 2021 è stato il primo anno per il nuovo strumento dello European Innovation Council, il Transition: lo strumento ponte fra il Pathfinder e l’Accelerator.
Transition mira a finanziare innovazioni tecnologiche dirompenti con maturità tecnologica “intermedia” che hanno bisogno di ulteriore sviluppo tecnologico e contemporaneamente vogliono sviluppare un business model per il mercato di riferimento.

L’ EIC Transition prevede un processo di valutazione basato su due fasi differenti: i.) la valutazione da parte di tre diversi esperti indipendenti, per una durata di questa fase di circa due mesi e mezzo; ii) l’intervista con l’ EIC Jury, in cui sarà invitato un team composto da cinque membri del consorzio per presentare la loro idea innovativa, il modello di business ed i progressi tecnologici necessari per raggiungere i propri obiettivi.

APRE, in qualità di coordinatore della rete degli NCP europei Access2EIC, ha intervistato la professoressa Alessandra Balduini dell’ Università degli Studi di Pavia, coordinatrice del Transition Grant del 2021 per il progetto “SilkPlatelet – Closing the European gap towards a large scale ex vivo platelet production built upon a silkbased scaffold bioreactor”, con una durata di 36 mesi e che riceverà un contributo europeo di circa 2.473 M€.
Abbiamo chiesto alla Prof.ssa Balduini di raccontarci l’intervista Transition, l’ultimo step di valutazione per accedere al finanziamento.

Per accedere all ‘intervista completa, nonchè ai risultati della Call EIC Transition 2021, visionare il link.

Per maggiori informazioni in merito allo EIC, contattare il Competence Team EIC.

Torna su