Green Deal europeo: la proposta per ristrutturare e decarbonizzare gli edifici - Horizon Europe

Modalità risparmio energetico

Questa schermata riduce il consumo di energia del monitor quando non sei attivo sul nostro sito.
Per riprendere la navigazione è sufficiente muovere il mouse.

Il 15 Dicembre la Commissione europea ha proposto di allineare le regole per il rendimento energetico degli edifici al Green Deal europeo e di decarbonizzare il parco immobiliare europeo entro il 2050.  

La Direttiva sulla prestazione energetica degli edifici prevede che a partire dal 2030 tutti i nuovi edifici debbano essere a emissioni zero e che gli edifici pubblici debbano anticiparsi al 2027. Ciò significa che gli edifici devono consumare poca energia, essere alimentati il ​​più possibile da fonti rinnovabili, non emettere emissioni da combustibili fossili e devono indicare il loro contributo alle emissioni rispetto all’intero ciclo di vita sul loro certificato di classe energetica. 

 Rispetto alle ristrutturazioni, vengono proposti nuovi standard minimi: il 15% del patrimonio edilizio con le prestazioni peggiori di ciascuno Stato Membro dovrà passare dalla classe energetica G alla classe F entro il 2027 per edifici non residenziali e 2030 per gli edifici residenziali. Inoltre, entro il 2025, tutti i certificati energetici dovranno essere basati su una scala armonizzata da A a G. In questo modo, si punta a massimizzare il potenziale di decarbonizzazione e alleviare la povertà energetica. 

Anche i piani nazionali di ristrutturazione degli edifici saranno pienamente integrati con i piani nazionali per l’energia e il clima, integrando le sinergie di monitoraggio e intervento e puntando all’eliminazione graduale dei combustibili fossili nel riscaldamento e nel raffreddamento entro il 2040 al più tardi. In tal senso, non saranno concessi incentivi finanziari per l’installazione di caldaie a combustibili fossili a partire dal 2027 e gli Stati Membri avranno la possibilità giuridica di vietare l’uso di combustibili fossili negli edifici. 

Questa proposta faciliterà la ristrutturazione di case, scuole, ospedali, uffici e altri edifici in tutta Europa per ridurre emissioni di gas serra e bollette energetiche, migliorando la qualità della vita di milioni di europei.  

Per maggiori informazioni, puoi consultare la pagina dedicata al programma: cluster 5

Torna su